L’applicazione dell’ossigenoterapia iperbarica per la fibromialgia ha vissuto momenti altalenanti. C’è stato un periodo intorno agli anni ’90 in cui sembrava che fosse davvero l’indicazione primaria tanto che avevano cominciato a pubblicare lavori scientifici sulla efficacia di questo trattamento. In seguito diverse metanalisi hanno da un lato confermato dall’altro smentito questa efficacia per cui non si è riusciti a trovare una opinione certa e quindi una modalità di comportamento univoca.

Ci sarebbero, a questo proposito da fare delle riflessioni la più importante delle quali si riferisce ai costi. Negli USA un trattamento mediamente costa fino a 500 $ e per trattamento si intende una singola seduta. Lì la sanità è fornita dall’assicurazione per cui il paziente che se lo può permettere non ha spese ma chi non se lo può permettere non è in grado di affrontare una spesa simile. A fronte di risultati contrastanti, mettere in condizioni le assicurazioni di pagare una cifra del genere ha reso abbastanza impraticabile questo tipo di terapia. La seconda considerazione, esattamente all’opposto, è che tutti i pazienti che hanno provato a fare ossigenoterapia per la fibromialgia hanno trovato dei benefici e ambiscono a ripeterla.

Nel nostro centro uniamo due elementi fondamentali per la terapia della fibromialgia. Accanto all’ossigenoterapia iperbarica, infatti, proponiamo alle pazienti una serie di procedure da applicare sullo stile di vita in modo da aumentare i benefici e arrivino accorciare i tempi in cui questi si manifestano.

Condividi questo articolo sui social
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
alberto_fiorito

Written by

Direttore del Centro di Medicina Iperbarica e Subacquea di Massa (MS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *